Italia e G7: salvate l’accordo di Parigi sul clima

Al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e a tutti i capi di stato del G7:

Vi chiediamo di andare avanti con i piani di riduzione a 0 delle emissioni verso l'obiettivo del 100% di energie pulite, e di sostenere finanziariamente i paesi più vulnerabili, a prescindere da cosa faranno gli Stati Uniti. Vi chiediamo inoltre di mandare un chiaro messaggio al presidente Trump sul fatto che l'accordo di Parigi sul clima favorisce l'economia e la sicurezza internazionali, e che il resto del mondo accelererà anche se lui rallenta. La vostra leadership è più necessaria che mai per evitare la catastrofe climatica.

Sei già membro di Avaaz? Inserisci la tua e-mail e premi "Invia".
Prima volta su Avaaz? Per favore compila i campi qui sotto.
Avaaz.org protegge la tua privacy e ti tiene informato su questa e altre campagne simili.

Trump sembra davvero intenzionato a uscire dall’accordo di Parigi sul clima tra pochi giorni. Ma l’Italia e 5 altri grandi Paesi, che quell’accordo lo sostengono, possono fermarlo.

A fine maggio ci sarà il G7 proprio in Italia. E assieme a Francia, Canada, Germania, Giappone e Gran Bretagna, il nostro paese può e deve difendere Parigi. Ma Gentiloni e gli altri rischiano invece di arrendersi a Trump se non sentiranno forte il nostro NO a qualsiasi passo indietro.

Tocca a noi cittadini perché questo è il nostro accordo, firmato da 197 paesi di tutto il mondo dopo una mobilitazione storica. Non permetteremo a Trump di farlo a pezzi. Clicca e chiedi all’Italia di non accettare compromessi su Parigi.

Spargi la voce

Clicca per copiare: