Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK

Egitto: fermate questa esecuzione di massa

Al Gran Mufti Shawki Ibrahim Abdel-Karim Allam:

In quanto cittadini di tutto il mondo, siamo inorriditi dalla condanna a morte di 528 cittadini egiziani avvenuta a Minya. Secondo tutti i resoconti il processo ha ignorato tutte le più basilari norme del diritto. In qualità di massimo leader musulmano nel Paese, la sua autorità morale rappresenta un potere fondamentale per il futuro dell'Egitto. Per questo le chiediamo di rigettare formalmente la sentenza e di salvare queste vite.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail:
Per favore, abilita i comandi Javascript per visualizzare questa pagina web nel migliore dei modi
Continuando, dichiari di acconsentire a ricevere le mail di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti spiega come possono essere usati. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.

Recenti firmatari

Il processo farsa di un tribunale egiziano ha appena condannato a morte 528 persone. Questa sentenza porterà all’esecuzione di massa più grande del secolo, ma c’è un uomo che può fermarla.

Il Gran Mufti Allam, la figura religiosa più importante del Paese, ha 10 giorni per rigettare la decisione. La sentenza è già stata criticata da altri leader spirituali e lui, primo Mufti eletto dai suoi pari, può assumere il ruolo di guida morale del Paese. Vogliamo unire in un unico appello tutte le persone che da tutto il mondo, qualunque sia la loro fede, chiedono di fermare questa barbarie.

Il processo è servito da propaganda politica: il regime militare vuole usarlo per spazzare via l'opposizione. Se non ci faremo sentire, ci saranno conseguenze gravissime per l’Egitto e per il mondo intero. Firma subito per salvare queste vite e interrompere la spirale di odio: raggiunto il milione di firme, l’appello sarà consegnato al Mufti direttamente dagli altri leader religiosi egiziani.
Pubblicato il: 27 Marzo 2014

Spargi la voce

Clicca per copiare: