Internet è... salvo??!!



(Settembre 2016)

Sono 5 anni che combattiamo contro le grandi aziende per salvare internet, e sembra che ABBIAMO VINTO!!!!!

Dopo USA, Brasile e India, ora anche in Europa. La settimana scorsa, annunciando la legge europea che difenderà l’accesso a internet per altri 500 milioni di cittadini, il principale delegato francese (e voto decisivo) ci ha detto:
 
Sebastien Soriano
  “Devo ammettere che alcuni dei tweet e dei messaggi che ho ricevuto mi hanno commosso, con tutte quelle persone che mi chiedevano di ‘salvare internet’ e ‘fermare l’assalto delle aziende…’ Volevo davvero fare qualcosa per tutti loro.”
-- Sébastien Soriano, presidente dell’Autorità francese per le Telecomunicazioni ARCEP
Presentando la legge i funzionari europei hanno mostrato dei grafici con numeri senza precedenti di commenti del pubblico: fino a 640 al minuto, la stragrande maggioranza dai membri di Avaaz!

Le aziende volevano internet veloce per gli ultramiliardari e lento per il resto del mondo. Noi abbiamo combattuto per difendere il principio della “neutralità della rete”: una rete uguale per tutti!

Questa è la storia di una battaglia globale che ha attraversato 5 anni e 4 continenti:

Net Neutrality USA
Stati Uniti - alleati con un senatore per bloccare la discussione al Senato con la minaccia di leggere le nostre 2 milioni e mezzo di firme, una per una. La legge anti-neutralità viene respinta. VITTORIA!

Net Neutrality India
India - Avaaz si allea con gruppi di attivisti locali per mandare decine di migliaia di messaggi al Ministro delle Telecomunicazioni. VITTORIA!

Net Neutrality Brasile
Brasile - Una schiera di parlamentari si unisce alla nostra campagna, contribuendo all’approvazione del Marco Civil, “la legge a difesa di internet più avanzata al mondo”. VITTORIA!

Net Neutrality Europa
Europa - I giganti delle telecomunicazioni fanno di tutto per smantellare la nostra tanto agognata legge sulla neutralità della rete. Li fermiamo. La stampa di solito non pubblica belle notizie, ma su questa impazziscono. La storia della vittoria finisce ovunque, da Repubblica a Reuters, Tagesspiegel, Politico, EFE, Euractiv fino al Wall Street Journal. VITTORIA!

Internet è più di una semplice battaglia: ci dà la possibilità e la forza di creare connessioni profonde tra le persone. La diseguaglianza della rete avrebbe dato quel potere a pochi miliardari per far funzionare meglio e più velocemente i loro siti, a scapito di piccole aziende, blogger e organizzazioni no-profit come Avaaz.

Ma noi abbiamo usato la forza della nostra connessione per proteggere l’idea stessa di connessione, e ora la neutralità della rete è diventato lo standard mondiale di internet.

Questa storia è un segno di speranza per ogni sfida che abbiamo davanti. Perché finché rimarremo uniti, connessi, POSSIAMO costruire il mondo che tutti sogniamo.

Avaaz riesce a fare tutto questo solo perché è sostenuta interamente da piccole donazioni individuali. Non accettiamo denaro da grandi aziende, governi, o grandi donatori. Per sostenere il lavoro che continueremo a fare per la libertà di Internet, puoi donare qui.

* E un enorme GRAZIE e CONGRATULAZIONI a tutti i nostri fantastici alleati, impegnati ovunque per ottenere queste vittorie storiche, in particolare: Access Now, Digitale Gesellschaft, DemandProgress, EFF, EDRi, Fight for the Future, FreePress, Gilberto Gil, La Quadrature du Net, MoveOn, Save the Internet, World Wide Web Foundation, The Right to Know campaign e tanti, tantissimi altri!

Spargi la voce

Clicca per copiare: