Aggiorna le tue impostazioni dei cookie per utilizzare questa funzione.
Clicca "Consenti tutti" o attiva solo i "Cookie per pubblicità mirata"
Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
Liberiamo i campi dagli OGM

Liberiamo i campi dagli OGM

265 persone hanno firmato. Arriviamo a  10,000
265 Sostenitori

Chiudi

Completa la tua firma

,
Continuando, dichiari di acconsentire a ricevere le mail di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti spiega come possono essere usati. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.
Questa petizione è stata creata da Earth R. e potrebbe non rappresentare il punto di vista della comunità di Avaaz.
Earth R.
ha lanciato questa petizione diretta a:
Al Ministro dell'Agricoltura Nunzia De Girolamo, dell'Ambiente Andrea Orlando, della Salute Beatrice Lorenzin
I Ministri italiani dell'Agricoltura, della Salute e dell'Ambiente hanno firmato un decreto che vieta la coltivazione del "solo" mais geneticamente modificato della Monsanto Mon810. Questo significa che se l'Europa approvasse ad esempio la qualità di patata- GM, l'Italia aprirebbe nuovamente le frontiere a coltivazioni transgeniche?
Inoltre questo provvedimento avrà una validità di soli 18 mesi; scaduto questo termine il problema si ripresenterà.
Earth Riot, un movimento di persone che da mesi si occupa della questione OGM denunciandone la pericolosità nei confronti dei terreni, delle specie vegetali e animali, e per la salute del consumatore, riconosce come unica forma reale di tutela ambientale e delle persone il totale divieto di coltivazioni geneticamente modificate sul territorio italiano ed europeo.
Intanto, considerando il decreto firmato dai ministri italiani, chiediamo l'immediata rimozione del mais Mon810 della Monsanto seminato su oltre 32.000 ettari di terreno in Italia negli ultimi mesi.
Il mais OGM seminato rappresenta una minaccia per la salute e l'integrità dei terreni coinvolti, nonché un rischio di contaminazione per le specie vegetali tradizionali e biologiche che possono trovarsi nelle vicinanze, contaminazione che può avvenire attraverso il vento che fa volare i pollini o tramite il volo degli insetti.
Pubblicato il: 15 Luglio 2013 (Aggiornata:  14 Aprile 2015)