Aggiorna le tue impostazioni dei cookie per utilizzare questa funzione.
Clicca "Consenti tutti" o attiva solo i "Cookie per pubblicità mirata"
Continuando, dichiari di accettare l' Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie .
OK
RIAPERTURA DELL'AMBASCIATA ITALIANA A SANTO DOMINGO - Reapertura de la Embajada Italiana a Santo Domingo

RIAPERTURA DELL'AMBASCIATA ITALIANA A SANTO DOMINGO - Reapertura de la Embajada Italiana a Santo Domingo

1,693 persone hanno firmato. Arriviamo a 2,000
1,693 Sostenitori

Chiudi

Completa la tua firma

,
Avaaz.org protegge la tua privacy e ti tiene informato su questa e altre campagne simili.
Questa petizione è stata creata da Sergio B. e potrebbe non rappresentare il punto di vista della comunità di Avaaz.
Sergio B.
ha lanciato questa petizione diretta a:
MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI
LA gente Italiana nella Repubblica Dominicana muore, nasce, si sposa, perde documenti, chiede visti apre societa', importa prodotti made in italy ecc.. e non possiamo fare nulla o comunicare nulla in Italia, perché la Ambasciata Italiana a Santo Domingo, la piu' grande del Centro America, e’ stata chiusa senza reale motivo e a tempi record!!!
Questa chiusura che costringerà intere famiglie della più grande comunità italiana in America Centrale, oltre 50.000 residente, a viaggiare fino a Panama (1.400 km. 3 ore di aereo, pagando biglietto aereo, vitto e alloggio) in un Ambasciata che ha solo uno sportello consolare contro i 7 sportelli esistenti, per visti, passaporti, documenti vari, per celebrare i matrimoni, riconoscere i propri figli o ottenere gli atti di morte e che ha un sito nella sezione visti che ti riporta alla vecchia ambasciata chiusa. Una chiusura che avrà anche ripercussioni sul commercio e le relazioni bilaterali tra Italia e Repubblica Dominicana (la più grande economia d’America Centrale). L'irragionevolezza del provvedimento di chiusura della nostra ambasciata è davanti agli occhi di tutti. Tanto più che la si fa rientrare in un provvedimento di risparmio quando in realtà alle casse del nostro stato questa non costava nulla perché si autofinanziava.
I dipendenti pubblici verranno spalmati in altre sedi, dove probabilmente gli stipendi sono più’ alti, e la donazione della sede ricevuta 116 anni fa’ da una famiglia nobile Italiana allo Stato Italiana con lo scopo di avere un punto di riferimento per tutti gli italiani residenti e non, rischia di perdersi questi preziosi beni immobili stimati circa 10 milioni di Euro, per azioni legali che molto probabilmente sarebbero intentati dai donanti. Chiedo pertanto a tutte le persone di aiutarci e di non abbandonarci come ha fatto il Governo Italiano firmando questa petizione per la riapertura immediata dell’Ambasciata di Santo Domingo.
Un Grazie di Cuore
Sergio Boschetti

Pubblicata (Aggiornata )