Aggiorna le tue impostazioni dei cookie per utilizzare questa funzione.
Clicca "Consenti tutti" o attiva solo i "Cookie per pubblicità mirata"
Continuando, dichiari di accettare l' Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie .
OK
Covid-19 in Israele e Palestina: no all’apartheid sanitario

Covid-19 in Israele e Palestina: no all’apartheid sanitario

4,911 persone hanno firmato. Arriviamo a 10,000
4,911 Sostenitori

Chiudi

Completa la tua firma

,
Avaaz.org protegge la tua privacy e ti tiene informato su questa e altre campagne simili.
Questa petizione è stata creata da AFPS_and_ECCP .. e potrebbe non rappresentare il punto di vista della comunità di Avaaz.
AFPS_and_ECCP ..
ha lanciato questa petizione diretta a:
Mr Josep Borrell, High Representative of the European Union for foreign and security policy
Nell’attuale periodo di pandemia, lo Stato di Israele è presentato qualche volta come un esempio riguardo alla vaccinazione. Eppure lascia la popolazione palestinese del territorio che occupa in Cisgiordania e
Gaza senza cure per la salute e senza vaccini, come anche una parte significativa della popolazione di Gerusalemme, mentre fornisce questi servizi agli abitanti degli insediamenti illegali nella Cisgiordania
occupata.

Noi non accettiamo questa situazione di apartheid sanitario così come rifiutiamo la politica di colonizzazione, occupazione, blocco ed apartheid che Israele impone al popolo palestinese. Israele, che è tuttora la potenza occupante, deve fornire alla popolazione che occupa i vaccini nella stessa quantità e qualità della sua stessa popolazione, e lo stesso vale per la strumentazione per i test, per la protezione, per la cura (medicine e ossigeno) allo stesso livello della popolazione israeliana. E i prigionieri palestinesi nelle prigioni israeliane devono essere protetti nello stesso modo.

Chiediamo alla Unione Europea di ricordare con fermezza ad Israele i suoi obblighi secondo il diritto Internazionale in quanto potenza occupante, nel campo della salute, e sospendere la sua cooperazione con Israele finché questi obblighi non vengano rispettati.
Pubblicata (Aggiornata )