Aggiorna le tue impostazioni dei cookie per utilizzare questa funzione.
Clicca "Consenti tutti" o attiva solo i "Cookie per pubblicità mirata"
Continuando, dichiari di accettare l' Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie .
OK
NO ALL'OBBLIGO DI GREEN PASS IN SUPSI -- UNITI PER IL DIRITTO UNIVERSALE ALLA FORMAZIONE!

NO ALL'OBBLIGO DI GREEN PASS IN SUPSI -- UNITI PER IL DIRITTO UNIVERSALE ALLA FORMAZIONE!

1 persone hanno firmato. Arriviamo a
50 Sostenitori

Chiudi

Completa la tua firma

,
Avaaz.org protegge la tua privacy e ti tiene informato su questa e altre campagne simili.
Questa petizione è stata creata da Lo S. e potrebbe non rappresentare il punto di vista della comunità di Avaaz.
Lo S.
ha lanciato questa petizione diretta a:
Manuele Bertoli - Direzione Supsi
Siamo degli studenti SUPSI vaccinati e non vaccinati che ti chiedono di votare questa petizione contro la decisione della Direzione della Supsi di rendere obbligatorio il green-pass per accedere alle lezioni.

Le nostre motivazioni sono:

La scuola , il luogo dove vengono formati i futuri cittadini, l'istituzione che per principio e costituzione non riconosce differenze di nessun genere , viene brutalmente sfregiata da una decisione che crea un pericoloso precedente di discriminazione.
Un'istituzione che per prima insegna ai giovani a rispettare le diversità, le minoranze, gli ultimi, dovrebbe essere sempre, in ogni circostanza politica-economica-sociale, al di sopra delle parti, per offrire una garanzia di indipendenza culturale alla società.
Non possiamo tollerare che neanche ad uno solo dei nostri concittadini,  possa essere negato il suo diritto inalienabile allo studio, alla formazione, alla cultura , e che questo diritto gli venga negato proprio da chi promuove e insegna questi valori .Nessuno può arrogarsi il diritto di decidere chi può avere accesso agli studi, per nessun motivo.
Questa decisione unilaterale, non collegiale, di rendere obbligatorio il green-pass per accedere alle lezioni, getta un'ombra inquietante sull'indipendenza della SUPSI, che schierandosi ha generato una profonda lacerazione all'interno dell'istituzione stessa,  da inclusiva e per tutti, si trasforma in esclusiva e solo per alcuni.

Tutti oggi siamo chiamati a interrogarci su quanto sta succedendo e lottare per ristabilire lo spirito più nobile che la scuola ha all'interno della nostra società , ovvero quello di formare senza discriminazioni, impedimenti, limitazioni, uomini e donne migliori, che possano in futuro garantire, a chi verrà dopo di noi, i valori fondamentali di una democrazia che sempre più spesso viene messa in serio pericolo.
Indipendentemente da quale sia la tua sensibilità sul tema vaccini/green pass ti chiediamo di sostenerci in questa campagna per fare in modo che questa decisione venga modificata in modo da garantire a tutti di continuare ad usufruire dei propri diritti!

Di seguito riportiamo i fatti :

• 10 settembre 2021: la Direzione SUPSI annuncia l’introduzione della certificazione obbligatoria per poter accedere alla Formazione di base Bachelor, Master e Diploma SMS a partire dal 20 settembre 2021.

• Tale decisione è stata adottata, a seguito delle nuove disposizioni introdotte dal Consiglio federale a decorrere dal 13 settembre (https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-85035.html ) nonostante alle università è stata data la POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE se introdurre l’obbligo di certificazione.

• Gli studenti/esse e collaboratori/trici che per LIBERA SCELTA PERSONALE hanno deciso di non vaccinarsi hanno come alternativa quella di effettuare un tampone PCR ogni 72h o un tampone antigenico rapido ogni 48h. Questa clausola presuppone uno stile di vita assolutamente insostenibile dal punto di vista economico e organizzativo.
Tale alternativa è oltremodo scorretta in termini di coerenza: il tampone dovrebbe essere garantito all’ingresso dell’università, essere GRATUITO e per tutti! VACCINATI E NON VACCINATI , perché anche chi è vaccinato può risultare positivo!

• Questa decisione mina il diritto universale alla formazione/istruzione , preselezionando de facto gli studenti tra vaccinati (che avranno diritto) e non vaccinati (senza diritto).
Bisogna altresì ricordare che attraverso il Patto Formativo la scuola promuove la democrazia e la parità di diritti senza distinzione alcuna tra le persone.

È IMPORTANTE CHIARIRE CHE LA NOSTRA INIZIATIVA  NON HA NULLA A CHE FARE CON ETICHETTE PROMOSSE DAI MEDIA (VEDI “NO VAX” VS  “SI VAX) .

Ci appelliamo al buon senso di tutti! Non solo studenti/esse, dipendenti della Supsi e amici e familiari, ma a chiunque si senta oggi PRIVATO DEI PROPRI DIRITTI FONDAMENTALI di FORMAZIONE E ISTRUZIONE, LIBERTA’ DI PENSIERO, AUTODETERMINAZIONE E UGUAGLIANZA!

UNISCITI A NOI E ALLA NOSTRA CAUSA!

Pubblicata (Aggiornata )