Aggiorna le tue impostazioni dei cookie per utilizzare questa funzione.
Clicca "Consenti tutti" o attiva solo i "Cookie per pubblicità mirata"
Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
Norma per la tracciabilità legale dell'operato veterinario

Norma per la tracciabilità legale dell'operato veterinario

4,121 persone hanno firmato. Arriviamo a  8,000
4,121 Sostenitori

Chiudi

Completa la tua firma

,
Continuando, dichiari di acconsentire a ricevere le mail di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti spiega come possono essere usati. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.
Questa petizione è stata creata da Arca2000 a. e potrebbe non rappresentare il punto di vista della comunità di Avaaz.
Arca2000 a.
ha lanciato questa petizione diretta a:
Alla c.a. della Commissione Giustizia del Senato della Repubblica
Spett. Commissione Giustizia del Senato della Repubblica,
Attualmente, in Italia, i veterinari non hanno alcun obbligo di tracciabilità del loro operato contrariamente ai medici degli esseri umani. Tale vuoto legislativo comporta una totale impunità in caso di negligenze, omissioni e violazioni etico professionali veterinarie. Molti veterinari italiani non compilano né rilasciano le cartelle cliniche dell'animale in cura, non memorizzano in formato digitale l'anamnesi dell'animale, non rilasciano un consenso informato conforme, non hanno alcun obbligo di pronto soccorso e specializzazione post laurea. Abbiamo potuto appurare che in molti casi di negligenza, omissione e imperizia veterinaria segnalati agli ordini professionali non non seguono adeguati provvedimenti disciplinari, così come in caso di mancato rilascio di cartelle cliniche e che la violazione del codice deontologico non è sempre sufficiente a dare seguito a provvedimenti disciplinari. Uno strumento di precetto come il codice deontologico, infatti, non può sostituirsi alla legge né essere uno strumento adeguato per perseguire comportamenti scorretti e poco professionali dei medici veterinari. Gli animali che vivono con noi sono a tutti gli effetti parte della nostra vita sociale ed affettiva, sono veri e propri familiari e devono avere una tutela giuridica. Il decesso o il danno di un animale per malasanità deve assolutamente trovare una tutela specifica nel nostro ordinamento giuridico, sia a tutela della vita animale che della sfera esistenziale delle persone che accolgono un animale in casa. Chiediamo quindi di sostenere la proposta normativa per la TRACCIABILITA' LEGALE OBBLIGATORIA DELL'OPERATO VETERINARIO  inviata alla vostra attenzione in data 17 ottobre 2019 dall'associazione Arca 2000 onlus diritti dell'animale malato unica associazione in Italia a occuparsi di malasanità animale affinché la stessa sia parte integrante delle proposte sul benessere animale in esame presso vostra sede parlamentare. Fiduciosi di vostro riscontro porgiamo cordiali saluti


Pubblicato il: 31 Gennaio 2015 (Aggiornata:  2 Gennaio 2020)