Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
NO all'Autostrada Tirrenica. Impediamo che la Maremma Toscana sia ricoperta d'asfalto!

NO all'Autostrada Tirrenica. Impediamo che la Maremma Toscana sia ricoperta d'asfalto!

3,362 persone hanno firmato. Arriviamo a  20,000
3,362 Sostenitori

Chiudi

Completa la tua firma

,
Continuando, dichiari di acconsentire a ricevere le mail di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti spiega come possono essere usati. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.
Questa petizione è stata creata da Serenella B. e potrebbe non rappresentare il punto di vista della comunità di Avaaz.
Serenella B.
ha lanciato questa petizione diretta a:
Ministro Ambiente, Presidente Consiglio, Presidente Regione Toscana, U.E.,
Sindaci della Provincia di Grosseto
Conoscete la Maremma Toscana? E’ il territorio più a Sud della regione, una delle aree più incontaminate e ricche di bellezza d'Italia, contraddistinta dalla molteplicità degli ecosistemi e dalla rilevanza degli innumerevoli siti archeologici.

Più di 10 aree del suo territorio sono inserite nella rete “Natura 2000”, creata nel 1992 dall’Unione Europea per tutelare e conservare siti di interesse comunitario (SIC) e zone di protezione speciale (ZPS), identificati come prioritari dagli Stati membri dell'U.E. per la ricchezza e unicità degli habitat e delle specie, animali e vegetali.

La sola Provincia di Grosseto, con il suo 47% di territorio incluso in aree protette di varia tipologia, è una delle province italiane maggiormente tutelate sotto il profilo ambientale, archeologico e paesaggistico. Per citare solo una minima parte delle aree protette e vincolate: ‐ Riserva naturale Laguna di Orbetello (SIR e ZPS inserito in NATURA 2000 e Oasi WWF) ‐ Parco Naturale della Maremma (SIR: sito di interesse regionale, ZPS e SIC inserito in NATURA 2000) ‐ Riserva naturale Lago di Burano (SIR, SIC, inserito in NATURA 2000.) ‐ Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano (Area marina protetta europea) ‐ Santuario per i Mammiferi marini (Area marina protetta europea). Ora questo paradiso rischia di essere distrutto per sempre dal progetto dell’Autostrada Tirrenica (A12), sostenuto da Governo e Regione Toscana.

Il tracciato che si vorrebbe far passare su questo territorio incontaminato prevede una larghezza dai 30 ai 40 mt più le complanari, viadotti alti 11 mt e gallerie artificiali interrate fino a 7 mt di profondità, in un’area ad altissimo rischio idrogeologico, che ha già subito diverse alluvioni, di cui la penultima, nel 2012, di proporzioni disastrose.

La strettissima fascia di terra che corre tra il mare e, in particolare tra la laguna di Orbetello, e i colli sarà completamente ricoperta di asfalto; sarà distrutta per sempre la qualità unica del paesaggio e del territorio maremmano, l’altrettanto unica qualità di vita dei suoi abitanti e l’economia stessa delle regione, basata sull’agricoltura, il turismo, la pesca e l’industria alimentare.

Centinaia di abitazioni private, aziende agricole, turistiche, industriali e commerciali saranno espropriate, abbattute e ricoperte di asfalto. Sarà imposto un pedaggio continuo che inficerà definitivamente la mobilità di tutti i cittadini della provincia di Grosseto.

Un'infrastruttura devastante e di nessuna utilità, né a livello locale né a livello nazionale, dato che le stime di traffico in base alle quali si millanta la “necessità” dell’opera non corrispondono affatto, a detta degli esperti, al reale flusso di veicoli in atto e in previsione su questo tratto di viabilità. Il progetto, nel corso degli ultimi 8 anni, ha subito un iter procedurale “non lineare”, poco rispettoso del codice degli appalti, e la Commissione Europea ha avviato una procedura di infrazione dei confronti della Repubblica Italiana, minacciandola di sanzioni, per avere concesso a SAT (Società Autostrada Tirrenica) una proroga ventennale della concessione senza procedura di evidenza pubblica e per irregolarità nell’appalto dei lavori!

Si vuole distruggere uno dei territori più unici e preziosi al mondo in nome della “rilevanza strategica nazionale” di un’opera che in realtà sarà utile solo alla Società Autostrada Tirrenica.

Da anni i cittadini delle zone interessate, organizzati in comitati locali e affiancati dalle maggiori associazioni ambientaliste italiane, si oppongono a questo scempio e chiedono invece che si rimetta finalmente mano al progetto di messa in sicurezza della Statale Aurelia, che comporterebbe costi infinitamente minori di realizzazione e a carico della comunità, nonché un assai minore dispendio di territorio e di risorse.

Cambiamo rotta, una volta per tutte, sulla politica delle grandi opere e della cementificazione dell'Italia! Noi, cittadini della Provincia di Grosseto, Ti chiediamo di aggiungere il tuo NO a quest’opera devastante, firmando la nostra petizione per chiedere al Ministro dell’Ambiente, al Presidente del Consiglio, al Presidente della Regione Toscana, ai SIndaci dei Comuni interessati e all’Unione Europea di fermare il Progetto Autostrada Tirrenica! Per qualsiasi informazione potete contattarci sulla pagina FB "No Autostrada Tirrenica in Maremma".