Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
Una inchiesta internazionale sui massacri di Beni-Lubero (RD Congo)

Una inchiesta internazionale sui massacri di Beni-Lubero (RD Congo)

38,269 persone hanno firmato. Arriviamo a  50,000
38,269 Sostenitori

Chiudi

Completa la tua firma

,
Aderendo a questa campagna acconsenti a ricevere le email di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti illustra come possono essere usati. Puoi disiscriverti in ogni momento.
Questa petizione è stata creata da Wondo et Kyaghanda . e potrebbe non rappresentare il punto di vista della comunità di Avaaz.
Wondo et Kyaghanda .
ha lanciato questa petizione diretta a:
Le Procureur de la Cour Pénale Internationale et le Haut Commissiariat de l'ONU aux Droits de l'homme
Una inchiesta internazionale sui massacri di Beni (RDCongo) La popolazione del territorio di Beni, nell’Est della Repubblica Democratica del Congo e bersaglio di una campagna di massacri.

Dall’ottobre 2014, uomini, donne, bambini e anziani sono uccisi in massa, in modo assai crudele, a colpi di machete, di scure, di coltello, di manicotto di zappa. La gravità dei crimini e la loro ripetizione tradiscono l’intenzione di un genocidio negli autori.

Il governo congolese attribuisce i massacri ai ribelli islamici ugandesi, ADF, ma diverse sorgenti mettono in dubbio tale versione. Potete contribuire a far cessare questi massacri esigendo l’apertura di una inchiesta internazionale che permetta di identificare gli autori, come i mandanti e i complici, perché siano arrestati e giudicati.

Potete aiutare le vittime, i sopravvissuti e le loro famiglie a non essere dimenticati e a nutrire la speranza che possano un gIorno ottenere GIUSTIZIA E RIPARAZIONE, firmando questa petizione. Essa sarà indirizzata a modo:
  • Al Procuratore della Corte Penale Internazionale. (La Haye/Paesi Bassi)
  • All’Alto-Commissariato dell’ONU per i diritti dell’uomo (Ginevra/Svizzera)
  • Ai collaboratori internazionali della RDC
  • Alle autorità congolesi e ai leaders politici Annesso.
Vedi Video su
https://www.youtube.com/watch?v=qiK3vl2aizA

( Attenzione alcune immagini possono essere choccanti).

www.desc-wondo.org
www.benilubero.com