Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
Sindaca di TORINO Chiara Appendino: ZOO ZOOM A TORINO NO GRAZIE

Sindaca di TORINO Chiara Appendino: ZOO ZOOM A TORINO NO GRAZIE

1,151 persone hanno firmato. Arriviamo a  2,000
1,151 Sostenitori

Chiudi

Completa la tua firma

,
Continuando, dichiari di acconsentire a ricevere le mail di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti spiega come possono essere usati. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.
Questa petizione è stata creata da CASTELLI G. e potrebbe non rappresentare il punto di vista della comunità di Avaaz.
CASTELLI G.
ha lanciato questa petizione diretta a:
Sindaca di TORINO Chiara Appendino
Si vuole  privatizzare  per due terzi  un’area verde pubblica del Parco Michelotti sottraendola ai cittadini. La soc. Zoom realizzerà “lo spazio “outdoor” con una “Children Farm” con animali delle fattorie di tutto il mondo; lo spazio “indoor” con la “Biosfera” che riprodurrà un ecosistema del Rio delle Amazzoni, ovvero una foresta pluviale con piante, uccelli, rettili, anfibi, pesci e invertebrati.”  recita il comunicato della Città di Torino.Che senso ha realizzare una foresta pluviale amazzonica lungo il Po a Torino? Che senso ha realizzare fattorie di tutto il mondo? Che senso ha realizzare un nuovo zoo con animali prigionieri? L’iniziativa incentiva il vergognoso commercio di fauna esotica, costituisce un messaggio diseducativo per le famiglie e i bambini che lo frequenteranno.“Secondo la proposta progettuale illustrata, al Parco sono previste circa 250mila/300mila visite all’anno, con un aumento dell’indotto turistico cittadino di circa € 5 milioni annui (€ 150 milioni in 30 anni di gestione), con il 15% di visitatori (circa 40mila persone) costituito da nuove visite in città, principalmente famiglie con bambini. Il biglietto dovrebbe costare tra i 4 e i 16 euro.”Secondo il documento presentato, si prevedono la creazione di circa 100 posti di lavoro, un aumento del 35% del commercio locale e una rivalutazione del patrimonio immobiliare della zona”.Il progetto mira in sostanza a fare business  sfruttando gli animali.Si riqualifichi “l’area con  il percorso ciclopedonale, si realizzi  l’area giochi bimbi da 1.500 mq e un’area attrezzata per ginnastica senior, integrata con anelli di riscaldamento, percorso orienteering e running di circa 1,4”, ma vengano esclusi gli animali. Torino non merita un altro zoo. Se si chiedesse ai cittadini il loro parere sicuramente la maggioranza dei torinesi sarebbe contraria a veder riapparire questo nuovo zoo.Mentre Virginia Raggi ha fatto recedere la Città di Roma dalla partecipazione ad un evento economicamente ben più rilevante come le Olimpiadi e  Venaria Reale, a guida pentastellata,  ha abolito dopo decenni il palio degli asini, la Torino di Chiara Appendino dovrebbe proporsi in continuità con gli amministratori precedenti sacrificando sull’altare degli interessi economici la cultura di rispetto per gli animali portata avanti per anni dalle associazioni, dalle scuole e dal sempre più sensibile tessuto sociale?Mi auguro che questo progetto insensato venga abbandonato. 
Roberto PianaGià consigliere comunale del Movimento 5 Stelle a Front (TO)Vicepresidente della LAC Lega per l’abolizione della caccia