Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
Vorrei che tutti gli insegnanti precari, dopo 36 mesi, fossero assunti a tempo indeterminato, come da normativa Europea.

Vorrei che tutti gli insegnanti precari, dopo 36 mesi, fossero assunti a tempo indeterminato, come da normativa Europea.

2,839 persone hanno firmato. Arriviamo a  2,940
2,839 Sostenitori

Chiudi

Completa la tua firma

,
Continuando, dichiari di acconsentire a ricevere le mail di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti spiega come possono essere usati. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.
Questa petizione è stata creata da Loretta Z. e potrebbe non rappresentare il punto di vista della comunità di Avaaz.
Loretta Z.
ha lanciato questa petizione diretta a:
Maria Chiara Carrozza, Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, e-mail: @MC_Carro,
Commissione Europea, Commissario László Andor, e-mail: CAB-ANDOR-CONTACT@ec.europa.eu,
lorettazaganelli@gmail.com,
efebbrari@gmail.com,
angelacorelli@libero.it,
monica_ottaviani@er.cgil.it,
EMPL-B2-UNIT@ec.europa.eu,
organizzazione@flcgil.it,
cisl.scuola@cisl.it,
info@snals.it,
cobas@cobas.it,
lazio@usb.it,
usis@libero.it,
UIL Diritti dei Cittadini: polcittadinanza@uil.it,
Sindacato Gilda Insegnanti: segreteriacn@gilda-unams.it,
Segretario Nazionale Unicobas, Stefano D'Errico, unicobas.rm@tiscali.it,
Sincadato CUB, Guerrini Maurizia: g.maurizia@cub.it,
Redazione Repubblica: repubblicawww@repubblica.it,
Uil Scuola: uilscuola@uilscuola.it,
posta@ilmattino.it,
redazione@ilmanifesto.it,
redazioneravenna@teleromagna.it,
redazione@ravenna24ore.it,
redazione@ravennaedintorni.it,
redazione@ravennanotizie.it,
redazione@ravennatg.it,
redazione@romagnanoi.it,
redazione@romagnaoggi.it,
redazione@sabatoseraonline.it,
redazione@orizzontescuola.it,
redazione@edscuola.com,
redazioneweb@ilmessaggero.it,
redazione@scuolaoggi.org,
redazione@ilsecoloxix.it,
redazione@videoregione.it,
redazione@e-tv.it,
info@ravennawebtv.it,
info@romagnagazzette.com,
info@piunotizie.it,
info@gazzettadelsud.it,
info@tecnicadellascuola.it,
cronaca.ravenna@ilcarlino.net,
cronaca.ravenna@ilrestodelcarlino.it,
ravenna@corriereromagna.it,
ravenna@lavocediromagna.com,
leggo@leggoposta.it,
quotidiani@rcs.it,
segredazione@gazzettino.it,
redazione@ilrestodelcarlino.it,
segreteria.direzione@gds.it,
info@gazzettino.it,
italiaoggi@class.it,
italiasera@libero.it,
segreteria@liberazione.it,
donatella.coccoli@left.it,
videoregione.ravenna@gmail.com,
piu@piunotizie.it,
online@quotidiano.net,
unitaonline@unita.it,
tuttoscuola@tuttoscuola.com,
Corrado Augias: lestorie@rai.it,
baldinilucia@libero.it,
santellagennaro@libero.it,
Ministro Maria Chiara Carrozza carrozza_m@camera.it,
andrea.marcucci@senato.it,
cosimo.sibilia@senato.it,
fabrizio.bocchino@senato.it,
michela.montevecchi@senato.it,
marco.marin@senato.it,
francesca.puglisi@senato.it,
manuela.serra@senato.it,
laura.bignami@senato.it,
josefa.idem@senato.it,
sergio.zavoli@senato.it,
ghizzoni_m@camera.it,
capua_i@camera.it,
galan_g@camera.it,
marzana_m@camera.it,
piccoli_f@camera.it,
report@rai.it,
massimo.gramellini@lastampa.it,
segreteria@la7.it,
segreteria@ilfattoquotidano.it,
segreteria.redazione@ilrestodelcarlino.it,
redazioneweb@unita.it,
info@liberazione.it,
EuroparlRequestFormPetition@europarl.europa.eu
Perché un Insegnante ha bisogno di continuità e merita che la sua esperienza sia riconosciuta, come accade in tutto il resto d'Europa. Perché spostare un Insegnante da una scuola all'altra, ogni anno, è fonte di stress per l'Insegnante ed ha ricadute sulla didattica e sulle relazioni con gli alunni.
Perché la maggioranza degli Insegnanti ha conseguito l'abilitazione tramite le scuole di specializzazione ed i concorsi, e ancora attende un posto di ruolo.
Perché anche gli Insegnanti hanno bisogno di danaro per vivere e per crescere i propri figli.
Perché alcuni Insegnanti precari, dopo anni e anni di precariato, per la disperazione, si sono tolti la vita.
Perché un Governo che attribuisce importanza alla Scuola, ha cura anche dei non-docenti, dei non-precari e della Società intera.

Teachers need continuity and deserve that their experience is recognized here in Italy in exactly the same way as it is everywhere else over the rest of Europe. Because moving a teacher from one school to another every year is an action which is a major source of stress for the teacher and which has extremely negative repercussions on the delivery of the teaching itself; due to varying teaching styles, not to mention the very negative impacts this current system has on teachers’ relationships with their pupils. Because the majority of teachers earned their teaching credentials in post graduate schools and other teacher training courses, and are still waiting for a permanent post. Because Teachers also need money to live and to raise their children. Because some temporary teachers, after years and years of insecurity and finally in total despair, have taken their own lives. Because a government which attributes great importance to its Scholastic system should in consequence also look after its teaching staff equally and as a whole whether temporary or permanent.

Sign here in order to recognize the dignity to those who have put their heart and soul and their commitment into their work over many years. Sign here if you think that all temporary teachers should be made permanent after 36 months of teaching experience - as would automatically happen in all other European countries! Sign here to improve the school system and make both teachers and their pupils feel part of a united community – The European Community. Sign here to avoid further loss of teachers who take their own lives through sheer desperation.