Aggiorna le tue impostazioni dei cookie per utilizzare questa funzione.
Clicca "Consenti tutti" o attiva solo i "Cookie per pubblicità mirata"
Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
IMPEDIRE L’INSTALLAZIONE DI UN IMPIANTO DI ITTICOLTURA ALLA SPIAGGIA GALEAZZA DI IMPERIA

IMPEDIRE L’INSTALLAZIONE DI UN IMPIANTO DI ITTICOLTURA ALLA SPIAGGIA GALEAZZA DI IMPERIA

2,673 persone hanno firmato. Arriviamo a  3,000
2,673 Sostenitori

Chiudi

Completa la tua firma

,
Continuando, dichiari di acconsentire a ricevere le mail di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti spiega come possono essere usati. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.
Questa petizione è stata creata da Livia C. e potrebbe non rappresentare il punto di vista della comunità di Avaaz.
Livia C.
ha lanciato questa petizione diretta a:
Giunta Comunale di Imperia
La spiaggia della Galeazza è una delle poche spiagge libere incontaminate del Ponente Ligure.
La creazione di vasche per l’itticoltura è un’attività esclusivamente economica a favore del solo imprenditore che la gestisce e causa invece di danni per l’ambiente marino e per gli esseri umani: uso di farmaci, residui di  cibo e  residui fecali. 
L’installazione dell’impianto necessariamente allontanerebbe i turisti con gravi danni per gli albergatori sia di Imperia che della vicina Diano Marina. Si apporterebbero inoltre danni ai pescatori, agli sportivi del mare e a tutta la città che ha manifestato grande solidarietà a questa protesta. In ultimo e forse ancora più importante il forte valore simbolico della Galeazza e dei suoi scogli per tutta la cittadinanza che da sempre si identifica in quel luogo come il luogo dell’anima, della condivisione, della vera essenza della propria esistenza. Profanare quel luogo è come la profanazione di un tempio. Racchiude in sé il sacro di tutta una comunità. Bisogna impedire uno scempio assolutamente inutile.
Pubblicato il: 15 Febbraio 2020 (Aggiornata:  26 Febbraio 2020)