Aggiorna le tue impostazioni dei cookie per utilizzare questa funzione.
Clicca "Consenti tutti" o attiva solo i "Cookie per pubblicità mirata"
Continuando, dichiari di accettare l' Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie .
OK

Lega araba: salvate le vite dei siriani

Ai membri della Lega araba e agli Amici della Siria:

Il mondo conta sulla vostra leadership per fermare il regime sanguinario di Assad. Un piano per fermare la mattanza in Siria dovrebbe includere le seguenti priorità:

SOSTEGNO AL CONSIGLIO NAZIONALE SIRIANO (SNC): Riconoscimento come rappresentante legittimo del popolo siriano e aiuto per farlo diventare un organismo forte, rappresentativo e inclusivo che possa guidare efficacemente la transizione democratica;

SANZIONI PIU' DURE: Chiudere ogni passaggio di soldi e armi che alimenti il bagno di sangue di Assad;

ORGANIZZAZIONE DELL'ASSISTENZA UMANITARIA: Garantire che sufficienti quantità di medicinali e di beni alimentari siano consegnati a quelli che ne hanno disperato bisogno;

PROTEZIONE DEI CIVILI: Creare una zona sicura per i civili e intraprendere tutte le misure necessarie per garantire la loro sicurezza.

Vi chiediamo di accordarvi sull'adozione di queste priorità per fermare il bagno di sangue entro la fine del vertice in Tunisia. Qualunque compromesso annacquato non farà altro che rinnovare ad Assad la licenza di uccidere il suo popolo. Ogni minuto perso significherà più perdita di vite umane. Vi chiediamo di agire ora.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail:
Continuando, dichiari di acconsentire a ricevere le mail di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti spiega come possono essere usati. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.
Lega araba: salvate le vite dei siriani
Ogni giorno che passa la marcia di Bashar al-Assad per soffocare il movimento siriano pro-democrazia avanza e raggiunge nuovi livelli di orrore: bombardamenti di quartieri dove vivono civili innocenti, taglio dell'energia elettrica e delle linee telefoniche cosicché le famiglie non possono chiedere aiuto, blocco degli aiuti medici perché non curino i feriti. Ma finalmente c'è l'ombra della speranza che potrebbe mettere fine al terrore.

A fronte del fallimento del Consiglio di sicurezza dell'ONU della settimana scorsa, i vicini della Siria che fanno parte della Lega araba hanno preso le redini in mano. Hanno convocato altre potenze chiave in un vertice d'urgenza la prossima settimana in Tunisia, e Avaaz sarà al tavolo con il movimento siriano pro-democrazia per consegnare un mandato chiaro per agire ora.

Cogliamo questa opportunità per mettere fine al bagno di sangue ed evitare un altro compromesso annacquato che rinnovi ad Assad la licenza di uccidere il suo popolo. Soltanto se trasferiremo l'indignazione dell'opinione pubblica globale in una petizione da milioni di firme, potremo costringere i negoziatori ad agire ora per mettere fine a questa catastrofe umanitaria. Firma la petizione: sarà consegnata direttamente ai delegati al vertice.
Pubblicato il:

Spargi la voce