Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
Chiudete i centri della tortura sui gay

Al Presidente russo Vladimir Putin e a tutte le autorità russe:

Da tutto il mondo siamo indignati e vi chiediamo con forza di fermare la persecuzione delle persone omosessuali in Cecenia e di far rispettare i valori di giustizia e tolleranza.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail:
Per favore, abilita i comandi Javascript per visualizzare questa pagina web nel migliore dei modi
Continuando, dichiari di acconsentire a ricevere le mail di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti spiega come possono essere usati. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.

Recenti firmatari

Al Presidente russo Vladimir Putin e a tutte le autorità russe:
"Da tutto il mondo siamo indignati e vi chiediamo con forza di fermare la persecuzione delle persone omosessuali in Cecenia e di far rispettare i valori di giustizia e tolleranza."
Maggiori informazioni:

La Cecenia sta rastrellando le persone sospettate di essere gay per portarle in centri di tortura e se già è terribile anche solo l’idea, i fatti non sono da meno.

Gli fanno l'elettroshock, li torturano finché non fanno i nomi di altri omosessuali, li pestano così violentemente che alcuni sono addirittura morti.

Dare la caccia ai gay e rinchiuderli è roba degna dei Nazisti, è scioccante e inaccettabile al tempo stesso. Ma abbiamo un piano per fermare tutto questo.

Avaaz amplificherà l’appello dei coraggiosi attivisti locali sui media di tutto il mondo usando la forza della nostra comunità globale per fermare subito questa persecuzione. Firma la petizione e condividila con tutti!

Spargi la voce

Clicca per copiare: