Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK

Sud Africa: fermate lo "stupro correttivo"

Al Presidente del Sud Africa Zuma e al Ministro Radebe:

Vi chiediamo di condannare pubblicamente lo "stupro correttivo", penalizzare i crimini d'odio e garantirne l'esecuzione immediata, l'educazione pubblica e la protezione delle vittime. Questa terribile pratica può essere fermata solo grazie a un'azione forte portata avanti dal vostro governo.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail:
Aggiungi il tuo numero di telefono se vuoi ricevere nostre notizie via telefono o SMS.
Per favore, abilita i comandi Javascript per visualizzare questa pagina web nel migliore dei modi
Continuando, dichiari di acconsentire a ricevere le mail di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti spiega come possono essere usati. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.

Lo "stupro correttivo", l'orrenda pratica di stupro delle lesbiche nel tentativo di "curare" la loro omosessualità, è una crisi in Sud Africa

Ma alcuni coraggiosi attivisti sudafricani stanno rischiando la loro vita per far sì che casi recenti siano la miccia per il cambiamento. Il loro appello al Ministro della giustizia è esploso fino a raggiungere le 140.000 firme, costringendolo a doverne rispondere in tv e a incontrare gli attivisti.

Se saremo in tanti per amplificare e far crescere esponenzialmente questa campagna, potremo aiutare a mettere fine allo "stupro correttivo". Chiediamo al Presidente Zuma e al Ministro della giustizia di condannare pubblicamente lo "stupro correttivo", penalizzare i crimini d'odio e guidare un cambiamento radicale contro lo stupro e l'omofobia. Firma la petizione ora e condividila con tutti.

Spargi la voce

Clicca per copiare: