Aggiorna le tue impostazioni dei cookie per utilizzare questa funzione.
Clicca "Consenti tutti" o attiva solo i "Cookie per pubblicità mirata"
Continuando, dichiari di accettare l' Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie .
OK

Fermiamo la fabbrica Frankenstein di Monsanto

Al Presidente Cristina Kirchner, al Sindaco di Malvinas e alle autorità di Córdoba:

In quanto cittadini globali direttamente interessati, vi chiediamo di mettere immediatamente fine ai piani di Monsanto di costruire un enorme laboratorio di semi OGM a Córdoba, e di interpellare in merito la comunità locale. La pianta e i pesticidi che vi saranno utilizzati possono mettere enormemente a rischio la popolazione locale e minare il diritto delle persone di decidere quale cibo produrre e consumare nelle proprie comunità. Il governo deve fare in modo che le politiche sugli OGM in Argentina riflettano la posizione dei suoi cittadini.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail:
Continuando, dichiari di acconsentire a ricevere le mail di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti spiega come possono essere usati. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.

Recenti firmatari

Fermiamo la fabbrica Frankenstein di Monsanto

La Monsanto sta espandendo il suo potere in ogni paese del mondo, e il suo ultimo progetto è un enorme stabilimento di semi Frankenstein OGM in Argentina. Sofía Gatica e altri membri della comunità locale hanno provato ad alzare la voce, ma come risposta sono stati minacciati di morte e picchiati brutalmente. Si tratta di una minaccia enorme e abbiamo poco tempo: uniamoci alle proteste e fermiamo la fabbrica.

La Monsanto produce semi OGM che, combinati con pesticidi tossici, generano devastanti monocolture, dove non cresce più nulla se non una sola pianta, che stanno progressivamente ricoprendo tutto il pianeta. E ora stanno progettando di costruire uno degli impianti di produzione di sementi OGM più grandi del mondo a Malvinas.

Sofía, preoccupata per i rischi per la salute che deriverebbero dalla fabbrica, si è unita alle proteste, portate avanti dal 70% della popolazione locale. Se un milione di noi si uniranno ai cittadini di Malvinas nei prossimi 3 giorni, potremo alzare il livello di attenzione sul tema nei media locali, rafforzare la petizione tramite delle pagine sui giornali, e spingere il presidente argentino, in calo nei consensi, a fermare il progetto e ostacolare così l’espansione dell’agricoltura tossica prodotta dalla Monsanto.
Pubblicato il:

Spargi la voce

Clicca per copiare: